Link Building / Link Popularity

link building

Link Building – Incremento della Link popularity

linkbuilding2
Link Building: la base della visibilità del sito.

La sola ottimizzazione non basta a far sì che un sito possa stare ai vertici dei motori di ricerca.

Se ciò poteva avvenire fino a qualche anno fa oggi è indispensabile che accanto all’ottimizzazione vi sia anche un altro fattore essenziale ovvero la c.d. “popolarità”. Cosa è la popolarità (o “link popularity”?).

Semplificando si può dire che la popolarità è il prodotto della quantità e qualità dei links che il sito riceve da parte di altri siti.

Maggiore è il numero dei links che un sito riceve da altri siti e maggiore è il livello di popolarità in quanto i motori di ricerca interpretano ogni link proveniente da altro sito come un vero e proprio “voto” o “giudizio di gradimento”.

E’ essenziale però anche la “qualità” dei links, in quanto più questi links sono attinenti al campo di attività del sito e sono a loro volta popolari e maggiore sarà il livello di popolarità. Ad esempio se un sito riceve 100 links da parte di siti non attinenti ed 1 solo link da parte di un sito che sia dello stesso campo di attività e sia a sua volta popolare, questo solo link varrà più dei 100.

I nostri esperti sono ben consapevoli di quanto la link popularity giochi un ruolo determinante ai fini del posizionamento sui motori di ricerca ed è per questo che operiamo per conto dei nostri clienti un’apposita azione di incremento della link popularity (link building) in modo costante, progressivo e personalizzato (non links generici ma dello specifico settore di appartenenza).

I modi che i siti hanno a loro disposizione per cercare di incrementare la link popularity sono i seguenti:

Offerta di contenuti di qualità. Si tratta del migliore (e anche più ovvio) sistema per incoraggiare gli altri siti web ad inserire links che puntano al vostro sito. Scrivere articoli di interesse per il pubblico in relazione a determinati argomenti, rende possibile l’eventualità che la pagina web e magari anche la home page venga linkata da altri siti che trattano delle stesse tematiche. Creare tools on line, o strumenti utili che possano essere utilizzati dall’utenza, costituisce un buon incentivo perché altri siti decidano di porre links verso il sito.

Indicizzare il sito nelle directories. Uno dei migliori posti dove ottenere links rilevanti ed assai utili è costituito dalle directories. Naturalmente la sottomissione ad una directory non implica automaticamente la garanzia dell’inclusione. Ciò in quanto l’inserimento nelle directories dipende dalla preliminare valutazione effettuata da personale umano. Se il sito è conforme agli standards richiesti allora sarà incluso nella directory. Le directories più importanti in assoluto sono Yahoo!, Msn directory e Dmoz, la quale ultima garantisce in modo pressoché automatico la presenza su Google directory. E’ sempre più importante indicizzare il proprio sito nelle cosiddette directories “di nicchia” o “tematiche”. E’ noto infatti che il fattore della “page reputation” è sempre più importante ai fini del page rank e dell’incremento della link popularity. Ricevere links da siti che condividono uno stesso “topic”, ovvero uno stesso argomemto, incrementa il valore dei links ricevuti in quanto questi sono rilevanti proprio in virtù della coerenza dei contenuti. Per questo motivo ricevere links da directories tematiche è importante perché in tal modo msi ricevono links won topic” e dunque rilevanti ed utili ai fini dell’incremento della popolarità.
Valutare i concorrenti.

Dopo aver indicizzato mil proprio sito nelle directories, il passo successivo è quello di analizzare la concorrenza diretta. In tal modo si potrà verificare quali sono i siti web che hanno inserito links verso i diretti concorrenti. Una volta compiuta detta analisi si potrà contattare direttamente i webmasters di questi siti per convincerli a inserire un link anche verso il vostro sito, o, ancora meglio, a sostituire il link verso il vostro concorrente con un link verso il vostro sito.
I links “naturali” sono i migliori. I motori di ricerca hanno raffinato nel tempo la propria capacità di individuare strutture di links artificiali. E’ dunque importante costruire la struttura dei links in modo tale che possa apparire “naturale” all’analisi dei motori di ricerca.

Il livello dei links in entrata deve accrescersi in modo graduale nel tempo senza picchi improvvisi, se, infatti, i motori di ricerca individuano afflussi massivi quanto improvvisi di links verso un determinato sito web, sono portati a pensare che ciò sia frutto di una strategia derivante da accordi ad hoc per l’incremento del page rank. Se i motori di ricerca giugnono a questa conclusione la conseguenza è che il sito può essere bannato ed escluso o, quantomeno, gravemente penalizzato, nel ranking sui motori.
Links: meglio la qualità della quantità. Molto meglio ricevere un singolo link da un sito il cui contenuto sia correlato al vostro e da un sito autorevole (con elevato page rank) piuttosto che una grande quantità di links con basso page rank e con tematiche del tutto differenti da quelle trattate dal vostro sito. Altri fattori importanti da osservare nei links che il sito riceve da parte di altri siti sono: la “prominenza” ovvero la collocazione del link nell’ambito della pagina web che linka; la quantità di traffico che la pagina che linka riceve, la quantità di links in uscita (cioè verso altri siti).

Minore è la quantità dei links in uscita e maggiore è l’importanza del link.

Post su Blog. Blog e forum costituiscono degli ottime soluzioni per accrescere la quantità dei links che il vostro sito riceve. Accedere a questo tipo di risorse è un metodo molto utilizzato per questo scopo tanto che in molti casi webmasters e gestori, stufi di vedere le proprie risorse sfruttate spesso per questo unico scopo, hanno cominciato ad escludere determinate url e cartelle dall’indicizzazione dello spider (mediante indicazione nel file robots.txt). Laddove comunque si possa accedere a forum e blog i cui contenuti e temi siano connessi con quelli del vostro sito, e quando i webmaster non hanno provveduto a limitare l’indicizzazione di determinate aree delm forum o del blog, si tratta ancora di una buona soluzione da intraprendere a vantaggio della link popularity del vostro sito.

Links non solo da siti commerciali.  I domini .edu., .gov., .mil ecc. generalmente possiedono un buon page rank ed essendo siti no profit (dunque senza il fine del profitto), sono assai considerati dai motori di ricerca. Links ricevuti da siti di questo tipo sono pertanto molto positivi anche se spesso difficili da ottenere.

No ai links reciproci. Abbiamo spesso detto che secondo noi l’utilizzo dello scambio links al fine della crescita del page rank è ormai giunto alla fine di un’era perdendo, tranne rari e specifici casi, tutta la sua potenzialità benefica. Scambiare links con altri siti non è, oggi come oggi, un buon metodo per accrescere il page rank. I motori di ricerca infatti tendono a considerare i links reciproci come frutto di intese e, dunque, come strutture artificiali, come tali non degne di considerazione e di premio.

 La link building strategy è un componente critico ed essenziale. E’ molto importante preparare un vero e proprio piano di azione con relativa tempistica, per fare in modo che il sito possa accrescere la propria link popularity in modo costante e graduale.